Mantella: nuovo charme femminino

Nello svolgersi della kermesse di sfilate per la nuova stagione Autunno Inverno 15-16, in un tripudio di stili che designano i mood del nuovo contemporaneo universo femminile, sofisticato e misterioso, elegante e sobrio, un elemento shock di grande valenza Moda riemerge: la mantella.

burberry-prorsum-2

Elemento che dopo le fortunate anticipazioni delle stagioni precedenti, spesso tra citazioni retrò e ipotesi di stile sul “fatale” , fa di nuovo capolino, accreditando sempre maggior consenso, per lo sviluppo delle nuove linee, sia come capo isolato per i capispalla, che come dettaglio modellistico rilevante, talvolta accessorio, talvolta incorporato agli abiti, alle tute e ai nuovi capi ibridi, da giorno, da sera, da cocktail o da sposa … che siano.salvatore-ferragamo-maxi-mantellaMini-abito-in-tessuto-leggero-profonda-scollatura-a-lacrima-sul-davanti-stampa-zodiacale-e-lungo-strascico-posteriore

outfit-con-abito-e-mantella-rossi

La mantella, detta anche cappa o scialle, accomuna le creazioni di case come Pucci, Ferragamo, Anteprima, Ferretti, Valentino e tanti altri di questo calibro… Appare come novità assoluta e si riafferma con decisione anche per la stagione fredda, per il prossimo Autunno Inverno 2015-16.

Sarà forse quell’aria erotica, sofisticata e di mistero che sa come valorizzare la femmina, sarà la cadenza sinuosa dei tessuti che diventano protagonisti nell’aleggiare intorno alla silhouette e nell’avviluppare la figura di una donna in movimento, coprirla e scoprirla, o sarà forse quel significato regale e maestoso di cui la mantella dispone, quella severità sottintesa.

Un mantello da super eroina sottolinea le spalle e la corporatura imponente di una donna che ambisce a presenziare, ambisce ad affermarsi, svelando il corpo a dosi.

zuhair-murad-look

I capi prenfono forma su di una linea diversa dal solito. Erano passati 30 anni dall’ultima volta. La mantella era divenuta obsoleta, antica, goffa, nella percezione comune. Quando invece può essere letta come capo o dettaglio stilistico d’effetto, tra il pudico e il sensuale. 

Valentino presenta l’abito con maniche a mantella.

La mantella poi diventa base di sviluppo anche su linee asimmetriche, nuovissime, andando oltre alla sua origine. Diventa modernità e dettaglio all’ultimo grido.

Nelle sue versioni più romantiche e principesche, nei tessuti soavi e fluttuanti rende la donna eterea e sognante, intenta in una corsa emozionale tra le nuove giungle urbane, che si fanno sempre più boschive e verdi, più leggiadre e leggere.

abito-e-mantella-philosophyLa sposa con mantella, tra il fiabesco e l’avanguardia, ci conquista come novità assoluta, sia se d’ispirazione robe de nuit e lingerie, sia in quella da vamp divina.

Abito-da-sposa-2016-bianco-2016-Alberta-Ferretti-Forever-con-mantellina

00010h_20150129155344

Simbolo clericale, aristocratico, eroico e da uniforme, la mantella ha implicita in sė un’idea di potere e di autorità.

Ci vuole del carattere per portarla in maniera degna e disinvolta!

Cosa puó scaturire nell’immaginario maschile all’apparire della mantella da pioggia in simil-vinile verniciato, portata con stivaloni sopra al ginocchio e cappello boyish a falda larga?

Questo non si sa!

vestito-nero-di-pelle-verniciata-con-mantella

Outfit in Vichy: Leitmotiv dello chic

url-17

Leitmotiv della Moda chic, elegante, raffinata e formale, già a partire dagli anni ’20, il motivo Vichy, nel suo modulo optical a quadretti ortogonali o diagonali, torna periodicamente in voga rivisitato in nuove vesti più contemporanee.

Nel momento in cui si parla di un fenomeno come il fashion, effimero e capriccioso, mutevole ed esigente in fatto di novità, il Vichy resta sempre e comunque un classico. Come tale, un capo Vichy acquistato oggi ha una caratteristica di validità e di durata nel tempo che lo rendono evergreen.
url-16

Inizialmente di uso domestico, il tessuto stampato a quadretti, fu prodotto dalla East India Company inizialmente in regime di monopolio, grazie all’interessamento della Regina Elisabetta I, nel 1600. Nacque un fitto scambio commerciale tra l’inghilterra e l’Estremo Oriente, sino a che l’Inghilterra stessa non ne divenne produttrice nel 1700.

Il Vichy è detto anche  Gingham, che significa“a strisce”. Il nome originario sembra proprio derivare dalla parola in lingua Malay genggag. Grazie agli scambi divenne molto popolare in tutta Europa ed entrò nella produzione e nel mercato francese  assumendo il nome di “Vichy”, prendendo il termine dalla località di riferimento di queste manifatture.

Nel mondo del cinema fece capolino in “Scandalo a Filadelfia” quando apparve una determinata e ricca ereditiera, interpretata dall’ammaliante Katharine Hepburn , nell’abito midi con ampia gonna a corolla da giorno, completamente in tessuto Gingham, spezzato solo da una cintura a vita alta e dai risvolti del colletto arrotondato e delle maniche corte a prosciutto.

url-18

Nel XX secolo, dopo essere stato adottato per le divise scolastiche negli istituti di mezzo mondo, fece il suo esordio nel prêt-à-porter per teenagers. Lo ricordiamo come tessuto estivo per eccellenza, anche nei bicolor pastello, con bianco, rosa, azzurro, giallo, verde acqua.

vichy-o-pois-L-aNw80b

Arriviamo agli anni ’50 con il movimento Rockabilly dalle camicie a quadretti, e poi a un passo dai ’60, quando nel 1959, un’irresistibile BB, sposa parigina di Jacques Charrier, scelse un abito Vichy bianco e rosa realizzato dall’atelier di Jacques Estérel. 

Immaginiamo per un attimo di essere in vacanza all’epoca di personaggi come Brigitte Bardot, vera Dea del Vichy, sui litorali tanto selvaggi quanto glam di resort come Saint Tropez.

url-33

blogdimoda_c768d665dc30fe05aa8119d26dd81528

Estate e Primavera sono le stagioni perfette per un outfit Gingham in fresco cotone.  Un pranzo con le amiche nella veranda di un bristròt , una passeggiata sul lungomare o una Domenica al lago…

Primavera-Estate 2015. Ecco le sfilate!

Delizia l’abito chemisier con collo a barchetta di Michael Kors.

url

Specialissimo il tema Gingham, o Vichy, come preferite, proposto da Diane Von Furstenberg con outfit estivi pensati per tutte le occasioni.

Dal fresco, adorabile, twin-set estivo composto da camicia girocollo a manica lunga e shorts, abbinato a borsa e sandalino alto con motivo Vichy bianco e nero e richiami al blu…

Gingham-Print-Clothing-As-A-Spring-Summer-2015-Fashion-Trend-7

blogdimoda_c8618931824d8716db705cdfe4f4d18fAl completo top e pantalone Vichy, dal taglio a vita alta con leggera zampa, un pò Seventies, ma non troppo, con dimensioni degli scacchi spaiate tra il sopra e il sotto e tocchi di giallo lucente. Un look dall’aspetto ordinato, adatto alla vita urbana di tutti i giorni, all’appuntamento di lavoro, ove apparire casual-chic e in ordine. E perchè no? Adatto anche ad un’uscita col proprio partner e gli amici.

yellow-revival-1Sempre firmato Diane Von Furstenberg, il felice match tra tre capi di tendenza: la camicietta incrociata crop-top con fiocco e inserti in Gingham ad alternare la stampa fiori, gonnellina arricciata a vita alta, aperta sul davanti e mini-shorts aderenti  a vita alta con macro-checks.url-34Molto glam l’uscita in passerella con due abiti chemisier abbinati in sovrapposizione. Uno, quello sopra, più stile camicionespolverino a girocollo dalla linea diritta, l’altro , sotto abito camicia con colletto dalla gonna ampia. Bottega Veneta.
Gingham-Print-Clothing-As-A-Spring-Summer-2015-Fashion-Trend-29Contaminazioni con colorate stampe segniche e astratte per gli abbinamenti mantella e linea a tubo di Tsumori Chisato.

Gingham-Print-Clothing-As-A-Spring-Summer-2015-Fashion-Trend-24Per mantenerssi chic, sofisticate e glam ecco la moda basica, quanto elegante e sportiva, di Oscar De La Renta. Linee diritte con maxi-checks Vichy nel delicato bicolor azzurro e bianco, abbinato al pizzo.
Gingham-Print-Clothing-As-A-Spring-Summer-2015-Fashion-Trend-18

Un tocco Vichy per rinnovare il look con un accessorio? Ecco le  Mary Jane T-Strap in Gingham di Dolce & Gabbana.

url-1Rimanete con noi!