La tuta per TutTe!

La tuta! Un capo che nacque sotto il segno dei Gemelli non può che essere versatile!(ndr)

Ricompare nei défilé del prêt-à-porter e dell’haute coture più di tendenza, in concomitanza con il ritorno dell’eclettico revival di stili del XX secolo: dal total-jeans alle salopette, dalla moda anni ’70 al boho,  alla rivisitazione delle eleganti linee dei primi del ‘900, o degli ampi e fluidi pantaloni del pijiama palazzo  di Galitzine che videro il loro esordio intorno agli anni ’60.

url-44

La prima tuta della storia nacque a Firenze negli anni ’20 e per antonomasia è il capo che meglio rappresenta il movimento del futurismo. Per essere arrivata al quasi secondo decennio XXI sec con tale riverenza, ciò si dimostra essere assolutamente coerente!

Non si era mai vista prima nella storia del costume e della moda una veste simile. Un ibrido tra ciò che avviluppa naturalmente il corpo umano sopra, il top in senso più generico,  e il pantalone.

Essa fu concepita inizialmente come “capo universale”.

Il quotidiano la Nazione di Firenze ne decretò la diffusione e promozione ufficialmente, diffondendo un articolo ad essa dedicato il 16 Giugno del 1920. Vennero divulgati insieme all’articolo l’illustrazione ad opera del suo inventore e addirittura il disegno esplicativo sul metodo di taglio.

Il primo prototipo di tuta fu il risultato di una ricerca, quella del “capo universale tutto di un pezzo”, da parte dell’ anglo svizzero americano fiorentino Ernesto Henry Michahelles, aka Thayaht.

Studioso di esoterismo e fascista, questo curioso personaggio era un vero creativo: pittore, scultore, stilista di moda. Il suo disegno della tuta ha origine nella semplice “forma a T”, da cui deriva il nome. Ispirata ai concetti futuristici attestati dal Manifesto Futurista e da Giacomo Balla, semplice, pratica, nuova, sintetica, diventò dapprima abbigliamento comodo ed economico da lavoro per gli operai.

url-35

Salvo poi essere riproposta dai creatori di moda per l’abbigliamento femminile.

url-39

Le jumpsuite, come le chiamano gli inglesi, sono oggi ritornate in gran voga, non solo come capo di abbigliamento comodo quotidiano, anche come capo adatto a diverse occasioni d’uso, con diritto di prelazione, persino nella cerimonia.

url-45url-40url-43

C’è chi sostiene che le tute sono adatte a tutti i tipi di corporatura, non è vero! … dipende da quali tute e quali corporature. Per fortuna tra le linee must-have c’è ampia gamma e varietà di scelta. Quindi facciamo attenzione ed un pò di sana autocritica. Abbiamo un corpo slanciato o tozzo? Il baricentro è alto o basso? Chi ha un seno procace dovrà trovare il bilanciamento tra sopra e sotto e fare molta attenzione agli scolli. Una figura snella ma minuta dovrà abbinare le scarpe giuste o scegliere il taglio a vita alta. La proporzione sarà il parametro fondamentale per trovare il modello giusto per noi.

Il fitting perfetto è perfetto in maniera diversa su ognuna di noi con le proprie peculiarità.

url-42DisplayProduct

Ci sono modelli a vita alta o bassa, modelli a fascia, talvolta ornati con ruches e voilant, modelli con il cavallo sceso, oppure aderenti come collant. Molto sexy e adatte per l’estate le tute eleganti con inserti nudi, schiena nuda o svolazzanti con cappe, scialli e mantelline incorporate.

url-41Oracle Fox gypsybeach bikini sypsy swimwear unique frankies kovey ocean beach lifestyleCi sono poi le tute di jeans…ovviamente. Di seguito, la salopette in jeans aderente con pantalone a zampa d’elefante, in perfetto tempismo con il grande revival anni ’70 del momento.

kaos-lookbook-PE15-49

Le tute bohèmian fashion o boho, sono un pò hippy, in versione short o lunga.
9-summer-outfits-ideas-every-fashion-addict-loveMolto alla moda sono anche le tute Bohémian in crochet , uncinetto, macramè o pizzo, che ci renderanno irresistibili e con quel tocco glamour.
azhurnoe-vyazanoe-plate

 

Crop-Top: messa a fuoco sul punto vita

Il ritorno dello stile crop-top, lunghezza del capo cult del momento, metterà in secondo piano camicie, kaftani, maglie e top estivi delle precedenti stagioni.

Vediamo cosa s’intende esattamente per crop-top e come indossarlo.

Il termine crop-top significa letteralmente un capo top, cioè che va indossato nella parte superiore del corpo, il busto, come possono essere una maglia, una canotta, una camicia, uno scamiciato, una t-shirt, … , che sia crop=”tagliato corto”(dal termine inglese cropped). Generalmente s’intende per capo crop-top, un indumento che svela il punto vita o giù di lì, cioè raggiunge la lunghezza poco sopra per lasciare un particolare del nudo del torace. Potrebbero essere quei 2cm nell’addome scoperto, visibili sotto il top e la fascetta di un pantalone o di una gonna a vita alta, o anche qualcosa in più.

ss15_felder-felder_003

Non solo per una questione esclusivamente di pudore e di buon gusto, bensì per adeguarsi al costume del momento, l’abbinamento più riuscito sarà infatti quello con pantaloni e gonne a vita alta, sicuramente più intrigante, educato e di tendenza.

Tornati in voga in particolare negli ultimi 3 anni, tra i top-crop che hanno fatto tendenza ricordiamo nel 2010 il bellissimo scatto di Matt Irwin che cattura con la sua lente una dinamica Naomi Campbell in top corto a righe bianche e rosse, per la copertina che celebra il 25° anniversario del magazine Vogue Russia.

vouge-russia-april-2010

Il crop-top può caratterizzarsi anche come taglio sopra la vita di una camicetta annodata alla Haudrey Hepburn, oppure di una t-shirt a righe, di uno scamiciato corto e via dicendo.

Si può portare in modo molto elegante e discreto, si vedano le immagini di seguito.

Gaia Repossi, direttore artistico e designer di gioielli della omonima maison, ha presenziato alla sfilata Chanel Haute Couture di Parigi scegliendo un look minimale Bianco e Nero, caratterizzato da camicia girocollo corta e ampia, firmata Balenciaga.

0002366487-63587_0x440

L’attrice Sienna Miller, scelta come giurata speciale dell’edizione del Festival del Cinema di Cannes ha scelto tra i suoi outfit un Miu Miu con camicia crop-top rosso corallo acceso, un cipria per il capospalla estivo dall’anima parisienne e la gonna bianca a vita alta. Perfetta!

NEW YORK, NY - DECEMBER 04:  Actress Sienna Miller is seen in mintown  on December 4, 2014 in New York City.  (Photo by Raymond Hall/GC Images)

Stile Seventies chic per Felder Felder: Pantaloni stampa animalier a vita alta con top corto e capo frange.LONDON, ENGLAND - SEPTEMBER 12:  A model walks the runway at the Felder.Felder show during London Fashion Week Spring Summer 2015 on September 12, 2014 in London, England.  (Photo by Ian Gavan/Getty Images)

Molto femminile e un po’anni ’50 è il delizioso il top nero tagliato corto unito a gonna nera midi in pizzo, ampia con pieghe in vita, stile new look. Probo l’abbinamento con la scarpa bassa nera a punta con lacci ballerina, ideale per sdrammatizzare l’allure  bon ton della gonna e a coniugarsi con la linea sport-chic del top minimale.

8c7dc0f4ed445347b402cfef118df362

Per climi più freschi e arieggiati un blazer, un cardigan o un leggero trench estivo lungo, si abbineranno molto bene indossati sopra i capi crop-top con colori a contrasto, stampati o tono su tono.

Le t-shirt crop-top in versione più sportiva, soprattutto per le teen-ager, saranno spesso ampie e abbinate a sotto corti come gli shorts, per creare un outfit nuovo e contemporaneo.

Vediamo di seguito una selezione di diversi modelli crop-top tra più significativi.

Il bellissimo top incrociato con manica corta a kimono, in una stampa orientale jacquard multicolore di Hervé Léger è ispirato alle guerriere giapponesi, mentre il total look operato, top più gonna a tubino, indossato da Nina Agdal, è stretch della serie bandage dress. Compaiono nella sua collezione anche top corti in versione nastrini elastici, della serie bandage sequin crop-top, che creano un piacevole effetto metallico e di luce per la sera.

HERVE-LEGERurl-52url-54

Il top corto di Mugler è total black con inserto metallico asimmetrico che crea un motivo nudo sulla spalla e abbinato alla longuette bianca con spacco e motivo metallico nudo sul fianco.

MUGLER

PARIS, FRANCE - SEPTEMBER 27:  A model walks the runway during the Mugler show as part of the Paris Fashion Week Womenswear Spring/Summer 2015 on September 27, 2014 in Paris, France.  (Photo by Francois Durand/Getty Images)

Neil Barret infine, propone un capo basico, utile e veloce da abbinare a diversi capi del proprio guardaroba: la Polo smanicata nera. Felice elemento base di mille combinazioni, da avere nel guardaroba.NEIL-BARRETT